• +39 089 239256
  • info@virnostudioodontoiatrico.it

Articoli

  I denti del giudizio,  sono gli ultimi denti a spuntare , in genere in un’ età compresa fra i 16 ed i 21 anni, da cui il loro nome. Sono i terzi molari di ogni emi arcata e, oggi ci sono tanti giovani che non ne hanno nemmeno la gemma ; quando crescono possono dare però numerosi problemi ed ecco perché non bisognerebbe mai attendere di aver dolore prima di effettuare un controllo; data la loro posizione infatti , la corretta igiene  applicata a questi denti è difficile. Un’alta percentuale di estrazioni dei denti del giudizio è infatti riconducibile ad una cattiva igiene orale. In altri casi capita che il poco spazio a disposizione dei denti del giudizio per la loro crescita crei problemi di interazione con i denti adiacenti. Il caso limite è rapresentato dal movimento di più denti, con alterazione della funzionalità masticatoria.

Fra le patologie più importanti, il problema più comune riscontrato durante la crescita dei terzi molari è l’inclusione dentale.In pratica, il dente si sviluppa normalmente, ma anziché spuntare dall’arcata dentale, compie parte della propria crescita all’interno della mandibola e/o mascella, interagendo con i canali/nervi in essa contenuti. In genere l’inclusione dentale è causata dalla mancanza di spazio a disposizione nell? arcata dentale per la crescita.

In altri casi una cisti può formarsi attorno al dente del giudizio. Se non trattata, la cisti può causare gravi conseguenze: degenerare, provocare gravi danni alle strutture ossee dell’arcata mascellare/mandibolare, causare gravi danni ai denti adiacenti.

Quando tenerli

La risposta a questa domanda è più che ovvia: quando i denti crescono diritti nella corretta posizione, si presentano sani, sia nella struttura che rispetto al tessuto gengivale, non interagiscono con i denti adiacenti e non danno dolore. In questo caso il dente del giudizio deve essere lasciato nella sua sede, a patto che si presti particolare attenzione alla sua pulizia.

Quando rimuoverli

L’estrazione dei denti del giudizio è vivamente consigliata nei seguenti casi:

  • Inclusione dentale;
  • Disallineamento;
  • Presenza di infezioni e / o malattie parodontali;
  • Carie che per la loro estensione hanno compromesso la struttura del dente;
  • Danni ai denti vicini (secondi molari);
  • Alterazioni della masticazione;
  • Patologie come cisti o tumori;

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci per informazioni

Scrivici o telefonaci per fissare un appuntamento nel nostro studio...